Youtube

Loading...

martedì 18 ottobre 2011

Differenze tra il fimo e il cernit

Il fimo e il cernit sono paste sintetiche termoindurenti, ma presentano delle lievi differenze che ora cercherò di elencarvi:

- Il cernit durante la cottura tende a scurisi e quindi il colore risulterà meno luminoso rispetto ad uno stesso colore di un panetto di fimo.

- Il fimo è più morbido rispetto al cernit, quindi ci vuole meno tempo per condizionarlo.

- Il cernit e il fimo presentano gamme di colori diversi ma cuociono entrambi alla stessa temperatura.

- Il fimo tente a macchiare di più le mani rispetto al cernit ( di solito i colori più carichi come il rosso, il nero, il blu, il marrone ecc... sono quelli che macchiano di più)

- Il fimo e il cernit sono presenti in commercio in vari formati: quello più diffusi sono del cernit di 62g e del fimo di 56g

- La morbidezza dei panetti,sia di fimo che di cernit, può cambiare anche da colore a colore.
(ad esempio un panetto di fimo rosso può essere pià morbido di un panetto di fimo nero)

- Il fimo se non utilizzato per molto tempo tende ad indurirsi e seccarsi molto di più rispetto al cernit, per evitare questo problema bisogna chiudere ermeticamente i panetti con della pellicola trasparente per alimenti e riporli in una scatola di latta (non di plastica perchè tende ad assorbire l'umido dei panetti) oppure si può acquistare il panetto di fimo "mix quick" ideato appositamente per essere miscelato con il fimo secco e risolvere questo problema.


Nessun commento:

Posta un commento